Spazi reali e virtuali per la fotografia d’autore

GLI AUTORI

Ilaria Abbiento

Ilaria Abbiento è un’artista visiva partenopea.
È stata allieva di Antonio Biasiucci intraprendendo un percorso di ricerca di fotografia d’autore.
La sua pratica artistica, che dedica da molti anni al paesaggio e al tema del mare, costellata da immagine e materia, attraversa itinerari cartografici immaginari per un’indagine poetica del suo oceano interiore.
Le sue opere sono state esposte in molte Gallerie d’Arte e Musei sia in Italia che all’estero e alcune fanno parte di Collezioni d’Arte Contemporanea. Ha elaborato alcuni lavori rilevanti per la sua ricerca durante alcune residenze d’artista sulle isole del Mediterraneo. Attualmente lavora con Claudio Composti Direttore Artistico di mc2gallery di Milano e Beatrice Burati Anderson Art Gallery di Venezia.

Quaderno di un'isola
Napoli, 18 Giugno 2019

Oggi a bordo di una nave mi separo dalla mia costa per raggiungere un’isola.
Attraverserò il mare ogni giorno del mio itinerario, nella tasca della giacca ho una pietra acquamarina e un quaderno con la copertina celeste dove conserverò il mio racconto acquatico intriso di molecole d’azzurro sospese tra cielo e mare, di coordinate incerte e costellazioni mutevoli. Resterò in ascolto del suono dell’oceano, diventerò frammento nella grammatica della costa.
Lì, dove la terra si perde dentro il mare, sarò isola nell’isola.

Clicca sull'icona per andare al sito web

Maura Banfo

Maura Banfo, Torino 1969.

Dopo anni d’irrequietezza “vagabonda” ad esplorare il mondo, trova nella sua città natale il proprio “nido” dove inizia negli anni ’90 una ricerca attraverso la fotografia come linguaggio predominante. Maura Banfo ha sempre subìto la fascinazione della materia: nel suo lavoro pluridecennale costellato di mostre, residenze d’artista e molti riconoscimenti – ha attentamente indagato osservando la realtà, a partire dagli oggetti che la circondavano e decidendo di restituirli con il mezzo fotografico come nuove entità spogliate del loro significato, architetture da indagare, entità da osservare sotto punti di vista inediti per aprirli a nuovi codici di senso. La forza del suo lavoro sta nel mantenere ben riconoscibile la propria impronta creativa e la propria poetica, ma in una continua scoperta di nuove sfaccettature e punti di vista: sebbene prevalga una preferenza per la fotografia, lavora con padronanza anche con il video, il disegno e l’installazione.

Clicca sull'icona per andare al sito web

Riccardo Costantini

Riccardo Costantini nasce a Milano nel 1965. Dopo una breve esperienza presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Milano, inizia a collaborare stabilmente con la galleria aperta dai suoi genitori, Il Torchio - Costantini Arte Contemporanea di Milano.
Dal 2007 al 2013, unitamente a Roberto Mutti e Giovanni Pelloso, è membro del comitato direttivo/scientifico di Photofestival Milano. Nel 2010 si trasferisce a Torino dove apre il proprio spazio Riccardo Costantini Contemporary.

La galleria d'arte Riccardo Costantini Contemporary promuove ed espone artisti emergenti ed affermati, operando esclusivamente nel mercato primario.
L'attenzione è rivolta alla scena italiana ed internazionale e a tutti i mezzi espressivi dell’arte contemporanea: pittura, fotografia, video, scultura e arte installativa.

Clicca sull'icona per andare alla pagina Instagram

Gainpiero Fanuli

Gianpiero Fanuli (1977) è un fotografo italiano il cui lavoro esplora l'interazione tra l'uomo e gli spazi, attratto dall'iconografia e dalla plasticità delle atmosfere delle città e delle scene balneari. Le sue fotografie sono state esposte in Italia e all'estero in Mostre Personali e Collettive e Fiere d'Arte come: Arte Fiera Bologna, Mia Photo Fair (Milano), The Others (Torino), Photo Fever (Bruxelles e Parigi) Carousel du Louvre. Nel 2018 espone le sue Polaroid alla Riccardo Costantini Contemporary Gallery con la Mostra Personale: Gentlemen take Polaroids. Ha inoltre partecipato a mostre collettive selettive tra cui Some Body to Love alla Galleria MC2 (Milano) e Strumenti di un Rito Esistenziale alla Galleria San Federico (Torino).
Inoltre, collabora con riviste italiane come: Perimetro, Il Fotografo, Nss Magazine, Sali & Tabacchi e Ghost Book. È rappresentato dalla Galleria Riccardo Costantini Contemporary (Torino) dalla Galleria Ares Contemporary (Lugano) e dalla Galleria Valeria Bella (Milano).

Clicca sull'icona per andare alla pagina Instagram

Pierluigi Fresia

Pierluigi Fresia è un artista/fotografo italiano, nato ad Asti nel 1962, lavora a Torino dove risiede.
Dopo gli studi inizia la sua attività, la pittura è il linguaggio che per primo lo ha fatto entrare nel mondo dell’arte, senza mai dimenticare la sua grande attenzione e studio della filosofia e passione per la poesia, in seguito ha affiancato al mezzo pittorico quello fotografico; la sua ricerca di forte contenuto concettuale ha sovente mescolato all’immagine la gestualità del segno e il rigore della parola, quest’ultima sovente impregnata di narrazione e introspezione esistenziale.
Opere di Pierluigi Fresia sono state presentate in diverse fiere internazionali d’arte contemporanea:
ARCO di Madrid, ARTISSIMA a Torino, ARTEFIERA di Bologna, ARTEVERONA, MIA e MIART a Milano, PHOTO BIENNALE Daegu (Corea), inoltre sue opere sono state esposte in diverse mostre collettive e personali in spazi istituzionali pubblici e in gallerie private, altre fanno parte di diverse collezioni d’arte contemporanea sia private che di fondazioni e musei, tra gli altri il MART di Rovereto , la GAM di Torino e la “Thomas J. Watson Library” presso il MET di New York.
In Italia è rappresentato dalla Galleria Milano di Milano, dalla Galleria Studio G7 di Bologna e dalla Galleria Visionquest4rosso di Genova.

Clicca sull'icona per andare al sito web

Lucio Maria Morra

Nasce nel 1952 a Fossano (Italia).
Studia Matematica Pura presso l'Università di Torino. Nel 1976 intraprende il cammino dell'Arte e la professione di pittore.
Nel 1977 si trasferisce in Brasile, dove risiede fino al 1983. Tornato in Italia, vive stabilmente in Provincia di Cuneo.
La sua eclettica produzione nell'ambito delle arti visive viene continuativamente integrata da una sostanziale attività di studio, ricerca e promozione culturale.
Da questa versatile prerogativa scaturisce nel 1984 il suo interesse per la Gnomonica, l'arte delle meridiane, che diventa nel 1986 la sua principale attività professionale.
Nel 2012 riporta risolutamente in primo piano la sua libera produzione pittorica.
Al di là della dimensione professionale, egli stesso ha sempre interpretato il proprio percorso artistico soprattutto come un cammino interiore.
Dal 1998 è monaco buddhista di tradizione Zen, responsabile del Dojo Zen Sanrin di Fossano.

Clicca sull'icona per andare al sito web

Patrizia Mussa

Patrizia Mussa vive e lavora tra Torino e Parigi. Laureata in Filosofia e specializzata in Antropologia Culturale alla Sorbonne a Parigi. Inizia la carriera di fotografa con reportage sportivi e geografici. A Milano negli anni Settanta lavora in ambito pubblicitario come producer, direttore della fotografia e regista di documentari.

Dal 1985 si stabilisce a Torino, lavora come picture editor per Studio Livio e come consulente per Pacific Press Service di Tokyo; contemporaneamente collabora con importanti riviste di architettura e interior design e gruppi editoriali come Condè Nast, Taschen, etc.

La fotografia di architettura, di interni e il paesaggio diventano i campi fondamentali della sua attività professionale e della sua ricerca. Sono numerosi i progetti su cui ha lavorato, tra cui negli ultimi anni:

Le Temple du Soleil - uno sguardo particolare sull’ architettura dell’utopia dell’ architetto filosofo francese Jean Balladur, esposto a Palazzo Morando a Milano, a Montpellier a PierresVives progettato da Zaha Hadid, a Poissy-Paris a Villa Savoye-Le Corbusier e ai Lichfield Studios di Londra la galleria dell’architetto JeanMichel Wilmotte.

La Buona Ventura-Etranges Etrangers - Ritratti di italiani a Parigi, esposti con una personale durante “Un été Italien”, dedicata alla fotografia italiana, alla Maison Européenne de la Photographie de Paris, che le valse un importante riconoscimento internazionale.

WarlessTheatres - dedicato ai paesaggi dell’ Afghanistan, Yemen ed Ethiopia, immagini realizzate quando erano ancora luoghi accessibili, riserve di culture e di risorse. riletti con nuove sequenze e cromie inedite realizzate a mano. Progetto selezionato ed esposto per la Biennale du Monde Arabe Contemporaine, Paris 2019.

Teatri Photopastel - serie dedicata ai Teatri Italiani, che riinterpretati e rivisitati e con sapiente intervento di coloritura a mano, diventano luoghi immaginari dove il sogno e la poesia coabitano. In mostra alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino e alla Galerie XII/Valerie-Anne Giscard d’Estaing Paris .

Partecipa con Paola Sosio Contemporary Art a numerose Fiere di Arte Contemporanea e Fotografia quali MIA Art Fair a Milano e durante l’Art Week e Artissima a Torino, a The Others Art Fair e a Maggio 2019 alla neo-nata The Phair a Torino. E’ rappresentata in Francia dalla Galerie XII Paris-Los Angeles-Shanghai

Le fotografie di Patrizia Mussa sono state esposte e fanno parte di importanti collezioni museali quali il Museum of Photography di Mosca, la Maison Européenne de la Photographie di Parigi, il Palais des Beaux Arts di Lille, oltre ad essere presenti in prestigiose collezioni pubbliche e private in Europa, negli Stati Uniti e in EstremoOriente.

Clicca sull'icona per andare al sito web

Claudio Orlandi

“Nel mio lavoro mi allontano da una visione oggettiva della realtà, sino a far scomparire il normale senso della percezione, secondo una visione Kafkiana per cui la giusta comprensione di una cosa e il suo fraintendimento non si escludono del tutto a vicenda, citazione da Il Processo di Franz Kafka, in cui si può trovare la chiave della mia visione. Completamente autodidatta, inizio a collaborare nei primi anni 2000 con la NeoArtGallery di Roma, attualmente segue il mio lavoro la Galleria Gallerati, sempre di Roma. Espongo in Italia ed Europa da molti anni. Seguono il mio percorso e i miei progetti Barbara Martusciello da diversi anni e Alessia Locatelli più recentemente. Espongo in Italia e in Europa da molti anni, ho esposto in fiere e i miei lavori sono stati oggetto di pubblicazioni su riviste di settore.”

Clicca sull'icona per andare al sito web

Giorgio Racca

Inizia a fotografare alla fine degli anni ’70 come autodidatta. Nel 1983 si diploma in contrabbasso al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Appassionato di scrittura, affianca alla professione di musicista l’attività di copywriter, collaborando con aziende e agenzie di pubblicità. Nel 2006 fonda a Torino RedHead Agenzia Creativa e contemporaneamente inizia l’attività di editore. Nel 2015 dà vita al progetto editoriale Ghost Book, dedicato alla fotografia d’autore italiana che lo porta a collaborare con critici, curatori, artisti, fotografi tra i quali Denis Curti, Pierpaolo Pitacco, Maria Vittoria Baravelli, Riccardo Costantini, Piero Gemelli, Efrem Raimondi, Edoardo Romagnoli, Lucio Maria Morra, Paola Geranio, Alessandra Pierelli. In questi anni recenti approfondisce un percorso di artista come autore di fotografie e opere digitali, anche contaminate dalla pittura. Espone in mostre collettive e personali.

Clicca sull'icona per andare al sito web

Edoardo Romagnoli

Edoardo Romagnoli, Milano, 1952.
Dalla metà degli anni ‘70 realizza reportage di viaggi. Nel 1991 la sua prima mostra personale É sempre solo Luna alla Galleria Il Diaframma di Lanfranco Colombo a Milano. Nel 1996 ha pubblicato il libro Ulivi, Gribaudo Editore. Nel 2000, ‘999, per la collana disegnodiverso, a cura di Paola Gribaudo. Nel 2009 esce il libro Lune, editato da Springer. Nel 2014 Ogni generazione è ponte, ed.Chimera.
Il libro Dalla Terra alla Luna è del 2019, ed. Unimaginable. Partecipa a Fiere Nazionali e Internazionali come: Artefiera Bologna, Miart, The Others, Paratissima, Artefiera Verona, Festival di Arles, Fotofever, MIA PhotoFair, Lucca Photofestival, Milano Photofestival, Photobasel, ArtCologne, WOP ART, SCOPE Basel. In ambito grafico famosi i suoi lavori Doodles.
 Ha esposto al Peggy Guggenheim di Venezia e sue opere sono nella collezione permanente del Museo di Arte Contemporanea di Strasburgo.
 Sue mostre personali si sono tenute presso Gallerie e Istituzioni a Milano, Torino, Verona, Como, Lisbona, Strasburgo, Berlino. Le sue gallerie di riferimento sono: Riccardo Costantini Contemporary, Luisa Catucci Gallery, Studio Masiero, Grossetti Arte. Innumerevoli le partecipazioni a collettive. Con fotografie della Luna ha ottenuto Honorable Mention nei concorsi IPA, Premio Px3, TIFA, Black and White Spider Awards, MIFA. Nel 2013 è arrivato finalista al Premio BNL - Gruppo BNP Paribas durante MIA PhotoFair con la fotografia Dialogando con Venere_8584.
 Nel luglio 2019, in occasione del 50° anniversario della discesa dell’uomo sulla Luna, ha partecipato al documentario MOON, prodotto da SkyArte e le riviste Ghost book, Il Fotografo, NPhotography, Diners hanno dedicato ampi articoli al suo lavoro sulla Luna. La Luna, la Luna nel paesaggio, le Rolling Stones e le Rolling Rocks, i Fiori, le performance, sono i suoi soggetti principali. La mostra EXPèRIENZIALE rappresenta il primo gradino di un nuovo percorso. Nel 2020, durante il primo lockdown dovuto al Coronavirus, ha lanciato #indugiamo raccogliendo più di 1.200 immagini e testi poi ordinati per autore sul sito www.indugiamo.it, un grande e appassionato lavoro corale. Su Ghost Book n.6 sono pubblicati alcuni recenti scatti sul tema Fiori.

Clicca sull'icona per andare al sito web

GAG – GHOST ART GALLERY | I VIDEO

Port_Land | Mario Daniele

#oceanplasticfree | La bellezza cambia il mondo? | Gianpiero Fanuli

Se il mare viene sulla terra | Marcello Campora

#oceanplasticfree | La bellezza cambia il mondo? | Maura Banfo

Pietra filosofale

La Luna, tra conoscenza e imponderabilità | Edoardo Romagnoli

La fotografia di Pierluigi Fresia

LE MOSTRE REALIZZATE

Ghost #5 Man On The Moon

Fotografie di Edoardo Romagnoli, Rossano Ronci, Silvia Badalotti, Mattia Guolo, Andrea Garuti, Pietro Lucerni, Pierpaolo Pitacco, Giorgio Racca, Angela Pietribiasi, Thomas Straub.
Milano – MyOwnGallery Superstudio Più – 2019

 

Face To Face

Personale di Davide Dutto per un progetto di Sapori Reclusi
Torino – Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso” dell’Università di Torino

 

Naked Moon

Personale di Pietro Lucerni
Milano – Copernico Milano Centrale – 2019

 

Camera Bianca

Fotografie di Giorgio Racca
Milano – Design Boutique Italia – 2019

 

NoTools_Fork1

Fotografie di Davide Dutto
Torino, Firenze, Milano – 2019

 

999

Fotografie di Piero Gemelli e Letizia Toscano
Torino – Spazio espositivo Xerjoff – 2019

 

R-Women

Collettiva di fotografe e fotografi iraniani
Torino – Spazio Espositivo Regione Piemonte – 2018

 

Vanishing Cover

Pierpaolo Pitacco
Milano – 2018

 

Ghost #3

Fotografie di Toni Thorimbert, Pierpaolo Pitacco, Rossano Ronci, Giorgio Racca, Diego Mola, Davide Dutto, Carlo Piro
Pontedera (Pisa) – Spazio Espositivo Museo Piaggio – 2017